Visualizzazioni totali

mercoledì 14 ottobre 2015

La Libreria Fenice è giunta alla sua terza settimana di vita e il bilancio è assolutamente positivo, meglio di quanto pensassi. Viene percepita così come l'ho sempre immaginata ovvero un luogo fuori dal tempo in un altrove plausibile.
C'è chi dice che sembra un negozio che potrebbe essere frequentato da Harry Potter, chi crede sia di ispirazione inglese e chi tedesca (inglesi e tedeschi entrano sempre ben volentieri). Indubbiamente la Libreria Fenice è una libreria Catanese ma in una Catania che poche volte mostra il coraggio di essere a tutti gli effetti una città europea preferendo il più sicuro cammino della storia e del folklore isolano.

Una bellissima presentazione quella di ieri sera con RISCATTO MEDITERRANEO. Gli argomenti trattati non sono di facile approfondimento, ma affrontati con una narrazione tra la diaristica di viaggio e il romanzo in un libro dalla cifra letteraria assolutamente notevole. Si può affermare che la Libreria Fenice ha cominciato i suoi "incontri con l'autore" con stile e soprattutto Qualità.


Attendiamo con impazienza il prossimo evento dalla serie "letteratura al femminile" con l'autrice MARINELLA TUMINO e il suo Trame d'inchiostro alle 17 di venerdì 16 ottobre. Si parlerà di Donne in tutte (o quasi) le loro sfaccettature.

Una raccolta di racconti dalla narrazione semplice, a tratti quasi essenziale ma mirabilmente efficace è quella che compone  Trame d'inchiostro di Marinella Tumino. Storie di donne, di bambine, storie scritte da una donna con la stessa intensità di chi racconta "un fatto" alla vicina di casa sorseggiando un caffè. La commozione e l'ironia colgono non di rado il lettore sfogliando e curiosando tra i personaggi mentre ad ogni parola viene spontaneo chiedersi se quei nomi, quei fatti siano veri, ci si interroga sulla narratrice, si empatizza per le parole pronunciate con spontaneità e chiarezza.
Forti appaiono gli odori, i suoni, i colori di quella Sicilia, a volte considerata di periferia, ma così vivace di vita che, si scopre, è in realtà il centro della vita, attraverso le storie vissute, dei suoi protagonisti esemplari per una intera nazione che sembra stia dimenticando quale sia la sua identità di accoglienza ed empatia che ha reso l'Italia famosa in tutto il mondo.
Sono donne le protagonieste di Trame d'inchiostro, sono mamme, sono mogli, compagne di vita e di viaggio, sono tutte una sola donna e una per una sono tutte in se stesse. Il lettore impara tra una pagina e l'altra a capire che quei personaggi non hanno altro nome che universalità della bellezza femminile; bellezza in tutte le sue, spesso tremende e profonde, forme.

Nessun commento:

Posta un commento