Visualizzazioni totali

mercoledì 21 ottobre 2015



Incontro con l'autrice Marinella Tumino 
e le sue
Trame D'Inchiostro

Si è svolto venerdì scorso alla LIBRERIA FENICE l’incontro con un’autrice veramente speciale, la scrittrice Marinella Tumino.
Approfondendo le storie raccolte nel suo  ultimo libro, Trame d’Inchiostro, si è parlato delle varie sfaccettature che compongono il variegato e complesso mondo femminile.


Come dicevo, Trame d’Inchiostro è si una raccolta di racconti ma più che storie essi rappresentano fotografie di vita vissuta senza limiti di spazio e di tempo o di età; finestrelle aperte in frammenti di vite lontane tra loro ma unite l’una all’altra dal mondo in cui vivono, hanno vissuto o, chissà, vivranno.

Gli interventi, la condivisione di esperienze e di domande si sono succeduti ed evoluti in interessanti riflessioni a cui l’eleganza e la concretezza della Tumino hanno saputo rispondere con la forza e la determinazione chiara e spontanea dei personaggi da lei stessa intessuti nelle sue Trame d’Inchiostro.

Un mondo fatto da donne che traggono la loro forza dal proprio essere interiore, spesso costrette a diventare eroine delle proprie storie, protagoniste delle loro esistenze, altre volte capaci di prendere in mano più o meno consapevolmente le loro vite e quelle degli uomini che ne fanno parte.
Non sono mancati i momenti di commozione come quando l’autrice ha voluto condividere le esperienze personali che hanno portato alla stesura di alcune parti del libro, né di ironia o riflessione.
Donne, bambine, migranti, madri, amiche, mogli, amanti, tutte declinazioni, fili di un meraviglioso ed elegantissimo intreccio, di una trama fitta e preziosa che compone la bellezza del nostro mondo con mille sfaccettature e mille solidi nodi da cui se ne dipanano altri ancora più belli: tutto questo è Trame d’Inchiostro e di tutto, o quasi, questo si è parlato alla Libreria Fenice. Un paio d’ore durate troppo poco ma efficaci per apprezzare la bellezza di un libro fatto di semplicità e di contenuti profondi, come dicevo, finestre che aprono squarci su mondi e sentimenti più profondi che ti fanno venir voglia di sviscerare ogni parola, ogni personaggio, ogni vita.

Nessun commento:

Posta un commento