Visualizzazioni totali

venerdì 25 novembre 2016

Gaie Conversazioni



Si è svolta il 24 Novembre la prima di un nuovo ciclo delle Gaie Conversazioni, incontri tematici promossi da Arcigay Catania in i partecipanti hanno la possibilità di approfondire gli argomenti proposti, dire la propria, scambiare opinioni e, grazie al confronto essere più consapevoli, in due parole: “fare cultura”.


L’incontro di ieri, ospitato dalla Libreria Fenice ha affrontato il tema della legge 76 (ex Cirinnà) che regolamenta le unioni civili grazie al prezioso contributo delle avvocate dello studio legale Fiorenza e all’apporto alla discussione di Giovanni Caloggero, membro del direttivo di Arcigay Catania. La discussione si è dimostrata quantomeno stimolante, accesa e ricca di interventi contrastanti e chiarificatori.
Come era inevitabile che fosse, parlare di una legge così importante per la legislazione italiana ha portato il gruppo dei partecipanti alle Gaie Conversazioni a riflettere, ognuno secondo proprio punto di vista, su tematiche come FAMIGLIA e cosa si intente o cosa può intendersi oggi parlando del concetto di famiglia, di DIRITTO NATURALE, particolarmente interessante è stata la discussione sul LINGUAGGIO GIURIDICO vs CIVILE fino ad arrivare addirittura ad accennare a concetti come CRISI DI FAMIGLIA e FEDELTA’.
Inevitabile tenere in considerazione il bagaglio culturale del quale ognuno ed ognuna fa parte, indispensabile ad affrontare nel migliore dei modi e soprattutto nella maniera più formativa possibile per tutti, e così è stato in una conversazione in cui tutti hanno potuto dare il proprio contributo esperienziale, culturale, intellettuale e storico concludendo con una maggiore consapevolezza di tutti come cittadini e persone che hanno potuto conoscere meglio una legge volta a tutelare i diritti e garantire i doveri di più persone perché, come affermato durante la conversazione, LA LEGGE DEVE GARANTIRE LA POSSIBILITA’ DI SCELTA NON NEGARE IL DIRITTO.

L’argomento del prossimo incontro delle GAIE CONVERSAZIONI riguarderà la TEORIA QUEAR

Nessun commento:

Posta un commento