Visualizzazioni totali

mercoledì 31 maggio 2017

Confessioni Erotiche e Giorni della Vampa



Il primo romanzo consigliato è “I Giorni della Vampa” di Gioacchino Lonobile per Il Palindromo.
In una Palermo sull’orlo del baratro e in piana emergenza rifiuti, si intrecciano le storie dei netturbini Vittorio e Gaspare, due vite parallele e due visioni del mondo lontanissime. Uno sciopero sconvolgerà la piatta routine di Vittorio, fatta di gesti e comportamenti ripetuti compulsivamente, e aprirà una voragine nella memoria di Gaspare, cresciuto secondo la lezione di vita impartitagli dal nonno. Il precipitare della situazione porterà i due a conseguenze imprevedibili.
Un romanzo capace di trasportare il lettore in una Palermo vissuta, quella dei suoi cittadini, quella vera, bella, straordinaria, dagli scorci intimi e dai palazzi principeschi, ma anche quella dei quartieri, del fresco dei vicoli, di ragazzini e dei loro giochi. Dalla movida alle questioni politiche I Giorni della Vampa è capace di aprire uno spiraglio sull’animo di due personaggi profondamente diversi ma nei quali ogni lettrice o lettore può identificarsi.
“Frammenti di una Confessione Erotica” di Giovanna Nastasi è un romanzo, quasi un monologo teatrale, in cui un uomo e una donna si incontrano, e di cui l’autrice rende partecipe il lettore. Nonostante il titolo, indubbiamente audace, non ci si trova dentro un orizzonte torbido di fatti avvenuti nell’oscurità e nel segreto, anzi, l’esperienza erotica è tutta fatta di poesia e la delicatezza tipica di cui solo una scrittrice sensibile e colta è capace.
Proprio come in una confessione la Nastasi esprime in ogni parola la profonda bellezza della mente nella relazione con l’Altro da Se, del ricordo di un sentimento dell’Amore mai reso banale o volgare ma puro in tutta la sua travolgente carica erotica ed emotiva.

Nessun commento:

Posta un commento